• CANTIANO0
  • CANTIANO1
  • CANTIANO2
  • CANTIANO3
  • CANTIANO 4
  • CANTIANO5

LA TURBA

La Turba, sacra rappresentazione del Venerdì Santo, trae origine, anche se non direttamente, dai movimenti popolari di invocazione alla pace che si diffusero in terra di Marche ed Umbria intorno alla metà del sec. XIII, portati sulle strade e nelle piazze dalle genti più umili e in condizioni di miseria, sofferenti ed esauste delle continue lotte tra guelfi e ghibellini.

Oggi essa, innestando elementi teatrali di rara suggestione scenica sull’originaria processione di personaggi in costume, trasforma l’intero nucleo abitativo storico del paese in un’enorme scena all’aperto fondendo la ricostruzione scenografica con gli elementi architettonici ed orografici.

Quella che oggi vediamo non è più la stessa che per tanti secoli i cantianesi videro snodarsi lungo le vie del paese. La parola ha sostituito la mimica e la recitazione dei passi salienti del Vangelo rende più immediata la comprensione dei fatti narrati. Immutate sono, comunque,

le caratteristiche popolari delle origini che non si discostano gran che dalla tradizione dei misteri medievali. La sua validità come spettacolo popolare non si può disconoscere: originariamente destinata ad un pubblico locale la manifestazione si offre oggi ad una platea assai più vasta. Il rinnovamento più significativo, venutosi a formare negli anni che precedettero il secondo conflitto mondiale, ha trovato e trova sostegno morale e materiale nei cantianesi che offrono il loro sapere e saper fare consapevoli di dar vita ad un evento importante per la comunità intera e per quella che, come spettatrice, vi si aggrega vivendo un peculiare rapporto dinamico tra spettacolo e spettatore che raggiunge una perfetta articolazione oltre ad un ampio coinvolgimento.

 

LA TURBA

Sacra Rappresentazione del Venerdì Santo a Cantiano (PU)

Associazione Culturale TURBA® onlus

Piazza Luceoli - 61044 CANTIANO (PU)

www.laturbacantiano.it

Tel. 0721 789934 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.