JERAGO CON ORAGO

E’ una vera e propria sacra rappresentazione, piuttosto grandiosa, costituita da una processione penitenziale lungo la quale vengono rappresentate le scene evangeliche delle ultime ore della vita del Salvatore (Ultima Cena, Consegna dei trenta denari, Sinedrio, Getsemani, Tradimento di Pietro, Processi davanti ai Sommi Sacerdoti, a Pilato e a Erode, flagellazione e condanna a morte, Calvario e Resurrezione). Tali scene sono rappresentate in piazze e luoghi diversi, man mano che procede la processione. L’elemento catechistico e religioso costituisce quindi un tutt’uno con l’aspetto teatrale creando una felice occasione di meditazione e di arricchimento storico-culturale. Gli spettatori e gli attori, all’inizio radunati in preghiera nella chiesa parrocchiale ripercorrono idealmente, nel raccoglimento, le ultime ore della vita di Gesù fino al momento gioioso della sua Resurrezione accompagnati dai canti polifonici sulla Passione eseguiti dalle Corali presenti alla manifestazione e dalle riflessioni proposte dai sacerdoti che presiedono la processione penitenziale. Sfilano durante gli spostamenti tra una scena e l’altra, insieme agli spettatori “penitenti”, i diversi gruppi di recitazione: simboli della Passione portati dai bambini, croci e Crocifisso portati da incappucciati, “battistrangole”, statua della Madonna, Gesu’ e apostoli, famiglia del Cenacolo, Madonna e pie donne, Sommi Sacerdoti e anziani del popolo, capi Popolo e popolani, guardie del Tempio, angeli, gruppo Tradimento di Pietro, legione romana, Pilato con moglie, ancelle e consiglieri, cavalieri romani, Erode e la sua corte, crocifissori, Gruppo Resurrezione. In totale ca.150 attori e figuranti non professionisti, in costumi dell’epoca di fine fattura realizzati da artigiani locali tra i quali i soldati e i cavalieri romani che ne costituiscono l’elemento più appariscente. La manifestazione è iniziata nel 1986 per opera di un gruppo di cittadini che hanno sentito la necessità di creare una occasione di socializzazione come “community drama” avente come punto focale Gesù Nazzareno, uomo e Dio, unico nostro salvatore. Viene effettuata una volta all’anno il pomeriggio o la sera della domenica che precede la Pasqua (“Le Palme”). Tale data fa sì che l’evento rappresenti una bella preparazione personale e comunitaria alle liturgie della Settimana Santa che possono pertanto essere seguite libere da impegni di altra natura, con il cuore ancora gonfio per le emozioni prodotte dall’amore sconfinato di Gesù, insultato, flagellato e crocifisso, rappresentato dal vivo nelle vie e piazze del paese, che l’impegno e il sacrificio degli organizzatori della Passione e delle loro famiglie permettono di meglio capire e vivere nell’intimo di ciascuno. Nei primi anni la rappresentazione è stata effettuata solo a Jerago; successivamente si è deciso di eseguirla nelle località vicine, forse volendo un po’ imitare le “turbe” di flagellanti del Medio Evo che di fronte al disastro provocato dagli eventi storico-politici dell’epoca – basti pensare alla battaglia di Monteaperti – hanno voluto ricordare in maniera drammatica l’insegnamento e l’esempio di Gesù vittima per i peccati del mondo e unico mezzo di salvezza per l’umanità.


Jerago con Orago è un piccolo comune di 4800 abitanti costituito dalle due frazioni di Jerago e Orago, posto sulle prime dolci colline che si ergono a nord di Gallarate dalle quali si può ammirare, quando il vento allontana nebbie e foschie varie, verso sud, la pianura padana e nelle direzioni ovestnord- est, una vasta cerchia delle Alpi dal Monte Bianco alle montagne del Bresciano. La località sembra aver avuto origine da un insediamento militare romano pre-esistente la conquista della Gallia. Le vestigia più importanti sono il campanile in pietra della chiesa parrocchiale di Jerago risalente al sec. X, i due castelli situati uno a Jerago e l’altro a Orago, la chiesetta di S. Giacomo, anch’essa risalente al sec. X , punto di riferimento per i pellegrini che nel medio evo dal nord si recavano a Santiago di Compostela.


Jerago con Orago è un piccolo comune di 4800 abitanti costituito dalle due frazioni di Jerago e Orago, posto sulle prime dolci colline che si ergono a nord di Gallarate dalle quali si può ammirare, quando il vento allontana nebbie e foschie varie, verso sud, la pianura padana e nelle direzioni ovestnord- est, una vasta cerchia delle Alpi dal Monte Bianco alle montagne del Bresciano. La località sembra aver avuto origine da un insediamento militare romano pre-esistente la conquista della Gallia. Le vestigia più importanti sono il campanile in pietra della chiesa parrocchiale di Jerago risalente al sec. X, i due castelli situati uno a Jerago e l’altro a Orago, la chiesetta di S. Giacomo, anch’essa risalente al sec. X , punto di riferimento per i pellegrini che nel medio evo dal nord si recavano a Santiago di Compostela.

 

LA PASSIONE DI JERAGO CON ORAGO – ONLUS

Via Kennedy, 15 – 21040 JERAGO CON ORAGO (Varese)
groups.msn.com/LaPassionediJerago
Tel. (+39) 0331 217974 – Cell. (+39) 335 6379112 Fax (+39) 0331 216693