Pubblicati da luigisoriani

‘Via Crucis’ di Barile: ritorna la tradizionale Processione in versione rimodulata 

‘Via Crucis’ di Barile: ritorna la tradizionale Processione in versione rimodulata

A Barile (PZ) si riconferma l’appuntamento con la ‘Via Crucis’, Sacra Rappresentazione che vanta origini lontane e rintracciabili nella metà del 1600. Quest’anno la nota rievocazione storica verrà proposta al suo pubblico in versione rimodulata, per ovvie ragioni legate al contagio che ancora persiste. L’edizione 2022 presentata dal ‘Comitato Via Crucis Barile’ – che da oltre quattrocento anni tiene viva la tradizionale Processione dei Misteri – interesserà le giornate del Giovedì e del Venerdì Santo con una rielaborazione ridotta.

Ma anche se in forma particolare, il Comitato sottolinea la salda volontà di offrire alla comunità di Barile una celebrazione coinvolgente nel pieno rispetto della tradizione. Una tradizione che ha reso la Via Crucis unica da un duplice punto di vista: quello dell’impegno di oltre 40 volontari per la sua realizzazione e quello del suo stile scenico, diverso da tutte le altre rappresentazioni.

Barile, paese di origine greco-albanese in provincia di Potenza, infatti, si fa commistione di culture e usi che – quasi inevitabilmente – si respirano anche nella rievocazione della Processione.

Così, le giornate che precedono la Pasqua sono accompagnate da un corteo abitato da numerosi personaggi, alcuni conosciuti e altri più singolari. Tra questi: l’Addolorata; i tre centurioni a cavallo; il gruppo di tre bambine in bianco, impersonificazione di Maria di Magdala, Maria di Cleofe, Maria di Salomè; e ancora, la bella Zingara dagli abiti sfarzosi che – secondo la tradizione popolare – è l’acquirente dei chiodi usati per crocifiggere Gesù.

Un viaggio ricco di simboli, di elementi sacri e profani che – in cammino verso i punti principali del paese, mescolano la storia e gli usi popolari, trovando massima espressione nella narrazione della sofferenza del figlio di Dio e nelle raffigurazioni ieratiche, coperte in oro, tipici dell’arte bizantina e della manifestazione di Barile. La meta finale è sempre la preghiera e la meditazione dei Misteri.

Questo il programma dell’edizione 2022:

Il Giovedì Santo, la processione con il simulacro della vergine addolorata che vaga alla ricerca del figlio.

Il Venerdì Santo, celebrazione della Passione a partire dalle ore 15.00.

Alle 19.00, Via Crucis con i simulacri della Vergine Addolorata e del Cristo morto. L’itinerario della Processione è stato ridotto e il Comitato curerà in via eccezionale i quadri che raffigureranno le stazioni della Via Crucis con personaggi viventi, così da richiamare l’antica e caratteristica processione del Venerdì Santo. I quadri raffigurati saranno: il Cristo, Pilato con il pretorio e i piccoli liberti, il Cireneo, La Madonna, La Veronica e le Pie donne.

Per maggiori informazioni, visitare: www.viacrucisbarile.it

 

Passione di Gesù Cristo: a Lizzano va in scena la 50^ edizione 

Passione di Gesù Cristo: a Lizzano va in scena la 50^ edizione

A Lizzano (TA) torna la Passione. Domenica 10 aprile 2022 – presso Piazzale Convento San Pasquale Baylon – l’Associazione ‘Pietre Vive Onlus’ mette in scena la “Passione di Gesù Cristo”.

La nota manifestazione affonda le sue radice nel 1971, quando un gruppo di giovani spronati dall’allora parroco, Padre Stefano Marchionna, s’impegnarono a rappresentare e divulgare il messaggio salvifico della Croce.

Nel corso degli anni la Rappresentazione Sacra – e il suo obiettivo di divulgazione – ha visto un sempre rinnovato miglioramento scenico grazie anche alla viva partecipazione della comunità lizzanese che ogni anno si fa protagonista entusiasta.

Dopo l’obbligatorio fermo causato dalla pandemia, quest’anno l’Associazione ‘Pietre Vive’ riprende la sua attività, proponendo al pubblico la 50^ edizione della manifestazione. E anche se la rappresentazione 2022 sarà più breve e con un minor numero di comparse, a causa delle restrizioni, l’Associazione conferma la promessa di grande coinvolgimento e dedizione. Una dedizione che lo spettatore della Passione di Gesù Cristo può percepire dall’attenzione scenica: dai nuovi costumi, sempre più rispettosi e adeguati al periodo storico cui fanno riferimento, alla strumentazione tecnica, fino all’impianto audio e alle luci, indispensabili per la buona riuscita della Rappresentazione.

Attraverso gli “Osanna” e il “Crocifiggilo”, attraverso l’esultanza e la sofferenza, attraverso la Gerusalemme in festa e il Calvario insanguinato, gli ultimi giorni di vita del Figlio di Dio verranno rivissuti dagli interpreti e dai presenti come protagonisti e testimoni dell’accaduto. Mentre la gloriosa Resurrezione del Cristo e l’annuncio dato dall’apostolo Pietro a tutti gli uomini di buona volontà saranno, come sempre, la giusta e più degna conclusione della rappresentazione.

La Passione da sempre unisce in un unico e grande momento spirituale tutta la comunità di Lizzano, riconfermando la fede in chi organizza, in chi interpreta e in chi assiste. Ma non solo, la Sacra Rappresentazione è anche un importante appuntamento turistico/religioso tradizionale che invita tanta gente ad accorrere numerosa dall’intera provincia, dalla Puglia e dalle regioni vicine.

Per Pietre Vive, le tradizioni – Passione compresa – e l’intero patrimonio culturale locale, devono continuare a vivere, superando le enormi difficoltà che la realtà quotidiana presenta e questo sarà possibile solo se si riuscirà a dare loro la giusta importanza e il giusto valore, trasmettendolo di conseguenza ai nostri figli.

Per maggiori informazioni, visitare: www.pietrevive.eu e www.passionedicristo.it 

L’associazione Don Primo Minnoni celebra i venti anni della “Sacra Rappresentazione popolare della Passione di Cristo”

È una ricorrenza importante quella che l’associazione Don Primo Minnoni si appresta a vivere in questo 2022. La “Sacra Rappresentazione popolare della Passione di Cristo” celebra vent’anni di attività; un’attività incentrata sull’unione arte-fede per rinnovare ogni anno – in occasione della Pasqua – il messaggio della Passione di Cristo con la sua manifestazione scenica presso […]